Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale



A journalist friend of mine contacted me recently asking me to write something about the meaning of the word 'parent'.

In my momentary laziness, I go to see what it says first of all the vocabulary, with the hope of finding the light and go beyond the ordinary.

So...

In the Thesaurus Online Dictionary, under the word 'parent' there is an inescapable: who generates or has generated, father or mother.

And that's all.

Not even a foot-note for those who had children through adoption (for one thing...).

I didn’t want to give up.

I consulted the Online Italian Dictionary by Hoepli, deferring all to the authority of this major secular publishing house.

Under the word 'parent' I found again 'who generates or has generated, father or mother.'

Then to make matters worse, the baseball-bat-on-the-teeth: 'God the creator'.

And here my sphincter collapsed.

I mean, again a hard-as-nails declaration that if you're not breeding, you cannot call yourself a 'parent'.

They also decided to throw in God, for good measure, as ‘parent par excellence’ ( What excellence? He really is not my dad because if He was, He would’ve given in to my incessant demands and would have already struck down Pope Ratzinger....). Maybe He is not one to spoil his kids.


Only in an Italian Dictionary you find this rubbish.

I wonder if under the word 'cuckold' they have have put that poor St. Joseph, who finds himself being a father without even knowing how it happened.

Then he was made a saint to give him a little perk and put a theologic patch on the fact that his eldest son was not actually his ...

To make matters worse, Jesus didn’t exactly tried to keep his mouth shut about it....

"My father's not that carpenter over there.... He is the creator of the universe!! "

No respect for that poor man, breaking his back to make tables, chairs and the occasional yacht-decking to get two rags on his son’s back.

Oh well.

Furthermore, he marries a virgin and then he doesn’t even get with the privilege of.... Well ..... You got my meaning.

Does this sound right to you?

However, we are stuck with the fact that the word 'parent' comes from the Latin 'pario' , or 'generate, procreate' and thus contribute to the 'genus', or family, the extended group of people related by blood kinship.

There’s no escape.

If you have not bonked with your wives causing their pregnancy, you're not parents.

Go ahead, be my guest and call yourselves caretaker, manager, guardian, chauffeur, assistant, secretary, inspiring educator, caterer, comforter, or even exhorter, entertainer and a psychologist, but not parent.

Ok?

Synonyms for 'parent'? And here I want you ..... Well .... There are none.

Full stop.

Let’s set aside the dictionary that does not help us at all and let’s try to find another description.

I rely on Wikipedia, online encyclopedia that contains the whole of human knowledge.

Hurrah!

The under the definition of 'parent' I find everything that has happened in the last 2,011 years of human history.

I find to be regarded as parents, not just the biological ones, but also those who adopted, those to whom the child was given and everyone else, married or not, gay and straight, single and coupled . Everyone that has to deal with a little boy to raise.

Definitely a lot better.

You know, for some people, the definition of a term will always be the one that they read in the vocabulary, as much as the absolute truth is the one that they find on TV or worse in the Bible (go and make them explain how it is possible that the entire human race has developed from Adam and Eve, as the first offspring they had was two males!!! I hate to think about the only viable option ..... Then let’s go and bomb Sodom and Gomorrah... Please.).

But it is comforting to know that somewhere we are also regarded as parents, even if we like to dress and put make up on our women, rather than impregnate them traditionally.....

After all, for a child, his parents are the ones that are always beside him with love and constancy, not those in the dictionary.

They are the ones who make the sacrifices, that go beyond the obstacles, that go against and challenge the world for the sake of their child.

Those who worry without being noticed, those who love unconditionally, who put their lives on 'pause' indefinitely.

Maybe they are not married, they are not biologically related to the little one, or are two persons of the same sex.

There are still parents and their baby has the sacred and inalienable right to be proud of them, to be proud of its world, of his personal history.

And I know that I’m stating the obvious, but believe me, a lot of people out there think that a parent is who generates children.

There are a lot of them.

Like anything else, what each family builds with such care and good will, society tends to destroy in its stupid desire for uniformity.

But uniformity does not belong to any living creature, only to the institutions created by man.

Fortunately, family is not one of these institutions, as much as they would like it to be, because it transcends all the sacraments, all ages, all religions and philosophies. Just as much as love does.

Wanting to enclose it within the rigors of politics and morals, is a bit like clipping off its wings.

‘Parent', first and foremost is synonymous of love, not biology.

If only biological capacity to procreate was enough to call someone a parent, then we might be even call one this bitch.

To have her in my category it’s way more offensive to me than it would ever be for her to have me, a gay dad, in hers...

Trust me.


QF












Un mio amico giornalista mi ha contattato recentemente chiedendomi di scrivere qualcosa sul significato della parola ‘genitore’.

Nella mia pigrizia momentanea, vado a vedere cosa dice prima di tutto il vocabolario, con la speranza di trovare l’illuminazione ed andare oltre il dozzinale.

Dunque...

Nel Dizionario Italiano Online, sotto la voce ‘genitore’ c’è un tassativo: chi genera o ha generato, padre o madre.

E basta.

Tiè.

Neanche una postilla per chi i figli ce li ha grazie all’adozione (per dirne una...).

Non mi sono dato per vinto. Ho consultato il Dizionario Italiano Online della Hoepli, rimettendomi all’autorevolezza tutta laica della grande casa editrice.

Sotto la voce ‘genitore’ trovo di nuovo ‘chi genera o ha generato, padre o madre.’

Come se non bastasse poi, la tranvata ‘Per antonomasia Dio creatore’.

E qui mi cascano le chiappe.

Nel senso, di nuovo una dichiarazione tassativa sul fatto che se non sei tu a procreare, non puoi chiamarti ‘genitore’.

Addirittura ci hanno infilato pure Dio (che davvero non è papà mio perchè se lo fosse avrebbe ceduto alle mie richieste incessanti e avrebbe già fulminato Papa Ratzinger da mo’....) come ‘genitore per antonomasia’.

Solo su un vocabolario di italiano ste boiate.

Mi chiedo se sotto la voce ‘cornuto’ ci abbiano messo quel povero San Giuseppe che si ritrova padre senza manco sapè com’è successo..... Che poi è stato fatto santo per dargli il contentino e mettere la pezza sul fatto che il suo primogenito non era in effetti suo... Per farla peggio, non è che Gesù abbia cercato di tenere la bocca chiusa in merito....

"Mio Padre non è mica quel falegname lì.... È il creatore dell’universo!”.

Bel rispetto per quel poraccio che si spacca la schiena a fare tavoli, sedie e comodini per metterti due stracci addosso. Ma vabbè.

Non saranno state le corna di Ninetto er Pizzicarolo, direte voi, ma sempre corna sò, indipendentemente da quanto prestigiose possano essere. Questo si sposa con una vergine e poi manco la soddisfazione di.... beh..... capite no?

Vi sembra giusto?

Bisognerebbe chiedere a Sua Eterna Onnipotenza, ma suppongo che mi sventolerebbe in faccia un bel ‘Legittimo Impedimento’.

(Aspetta.... Mi sa che però a differenza di me, Berlusconi è davvero figlio di Dio a ‘sto punto.... Tale Padre....No vabbè.... Questa è una cazzata. Lo sanno tutti che Berlusconi si è autogenerato in quanto si è fatto da solo.... Come Dio... Vabbè, basta.).

In italiano però, resta il fatto che la parola ‘genitore’ deriva dal latino ‘gignere’ appunto, ‘generare, procreare’ e quindi contribuire alla ‘genus’, o famiglia, per esteso il gruppo di persone legate da una parentela di sangue.

Nun se scappa.

Se non hai strombazzato tua moglie provocandone la gravidanza, non sei un genitore.

Chiamati pure custode, responsabile, tutore, guardiano, chauffeur, assistente, segretario, ispiratore, educatore, approvvigionatore, consolatore, esortatore o pure intrattenitore e psicologo, ma genitore no.

Ok?

Sinonimi per ‘genitore’? E qui vi voglio..... Beh.... Non ce ne sono. Punto.

Allora, mettiamo da parte il dizionario che non ci aiuta per niente e cerchiamo di trovare un’altra descrizione.

Mi affido a Wikipedia, l’enciclopedia online che contiene tutto lo scibile umano.

Hurrah!!

Nella definizione di ‘genitore’ trovo tutto quello che è successo negli ultimi 2011 anni di storia dell’umanità.

Trovo considerati come genitori, non solo quelli biologici, ma anche quelli adottivi, quelli a cui il bambino è stato affidato e tutti quelli che, sposati o non, etero e non, single e non, sono alle prese con un piccolino da crescere.

Decisamente molto meglio.

Sapete, per alcune persone, la definizione di un termine sarà sempre quella che leggono nel vocabolario, così come la verità assoluta è quella che trovano in TV o peggio nella Bibbia (poi vaglielo a far spiegare com’è possibile che l’intera razza umana si sia sviluppata da Adamo ed Eva che come prima progenie hanno avuto due maschi.....!!! Non voglio neanche pensare all’unica viabile possibilità..... Poi dice de sfonnà Sodoma e Gomorra).

Ma è confortante sapere che da qualche parte anche noi siamo considerati genitori, anche se a noi le donne ci piace solo vestirle e truccarle, piuttosto che ingravidarle tradizionalmente.....

In fondo, per un bambino, i genitori sono quelli che gli sono sempre accanto con amore e costanza, non quelli sul vocabolario. Sono quelli che fanno i sacrifici, che superano gli ostacoli, che vanno contro, che sfidano il mondo per amore del loro piccolo. Quelli che si preoccupano senza farsi notare, che amano incondizionatamente, che mettono la loro vita in ‘pause’ indeterminatamente. Magari non sono sposati, non sono biologicamente legati al piccolo, o sono due persone dello stesso sesso.

Sono comunque genitori ed il loro piccolo ha il sacrosanto ed inalienabile diritto di essere fiero di loro, di essere fiero del proprio mondo. E lo so che qui sono scontato, ma credetemi, per un sacco di gente là fuori un genitore è chi i figli li fa.

Come per ogni cosa, quello che ogni famiglia crea con tanta buona volontà, la società tende a distruggere nel suo stupido desiderio di uniformità.

Ma l’uniformità non appartiene a nessuna creatura vivente, solo alle istituzioni create a tavolino dall’uomo.

Fortunatamente la famiglia non è una di queste istituzioni, perchè trascende tutti i sacramenti, tutte le epoche, tutte le religioni e filosofie. Così come l’amore.

Volerlo ingabbiare nei rigori della politica e della morale, è un po’ come troncargli le ali.

E ‘genitore’, prima di tutto e soprattutto è sinonimo di amore, non di biologia.

Bastasse la capacità biologica di procreare per potersi chiamare un genitore, allora potrebbe chiamarsi ‘genitore’ anche ‘sta stronza.

Averla nella mia categoria mi offende più di quanto potrà mai offendere lei avere me, genitore gay, nella sua.....

Fidatevi.


QF