Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Blog Archive

Archivio Reale



Come ve lo immaginate voi l'inferno?

Come un luogo di eterni tormenti, con tutte le sfumature dell'ombra e della tenebra, come le acqueforti di Gustave Doré?
È forse un labirinto spaventoso, dove tutto è surreale e la realtà è amplificata e distorta dalla follia e dal terrore, come un incubo di David Lynch?
È forse un abisso di eterne fiamme e lamenti, dove la carne non trova pace in balía di demoni implacabili?
E quanto è lontano questo posto?

E se vi dicessi che il vero inferno è la vostra vita che va a rotoli?
Se vi dicessi che a volte non ci sono demoni, né labirinti, ma solo l'agghiacciante consapevolezza di stare assistendo al disfacimento di tutto ciò per cui avete lottato e lavorato tutta la vita?
E se vi dicessi che l'unico labirinto di follia è quello di un apparato legale che dovrebbe proteggerci, ma ci fa invece a pezzi sotto gli occhi di tutti, in mezzo ad un cerchio di persone sempre più grande e voi al centro, nel panico più totale, che cercate di tenervi stretto tutto ciò che avete di più caro al mondo, e più vi affannate a trattenere i vostri tesori, più questi vi vengono strappati di dosso.


Spaventoso eh?
Ebbene, questo è l'inferno che stanno vivendo due miei amici, conosciuti in rete.
Sono una coppia, Mark è americano e Fred (Frédéric) è francese. Si sono incontrati 22 anni fa, sposati a San Francisco, hanno adottato 4 splendidi bambini seguendo le procedure previste dalla legislazione in materia, tre maschietti ed una femminuccia.
Mark e Fred sono due persone che hanno costruito la vita che volevano. Vivono ad Harrisburgh, Pennsylvania, negli Stati Uniti, la terra del latte e del miele.
Il paese che si è autoproclamato più e più volte esportatore di democrazia.
Il paladino dei governi cadenti, l'eroe che abbatte i tiranni più tenaci.
Eppure questo grande paese si sta facendo scivolare tra le dita due dei suoi cittadini più esemplari.
'Cosa succede?' direte voi.
Succede che, a causa del DOMA (Defense Of Marriage Act), il matrimonio di Mark e Fred non è riconosciuto a livello federale e, sebbene entrambi siano riconosciuti come genitori adottivi dei 4 bambini, Fred, in quanto di cittadinanza francese, non ha più il diritto di vivere negli Stati Uniti (che sono stati casa sua per anni) e, una volta che il suo permesso di soggiorno (rinnovato più e più volte) scade, dovrà essere reimpatriato in Francia.
Mark e Fred sono riconosciuti come genitori ma non come coppia.
Se adesso avete bisogno di andarvi a bere un bicchier d'acqua vi capisco.
Se vi grattate la testa con aria interrogativa vi capisco ancora di più.
Inutile dire che la domanda per ottenere la green card è stata rifiutata, inutile dire che il fatto che Fred sia responsabile per 4 bambini e per il loro benessere ed educazione è del tutto irrilevante per certi uffici. Sono entrambi genitori adottivi, ma tra di loro è come se fossero dei perfetti sconosciuti dal punto di vista federale.
Non possono rimanere in America perché Fred non ha più il diritto di rimanere, non possono trasferirsi in Francia perché, sebbene la loro unione verrebbe riconosciuta (PACS), l'adozione da parte di coppie omosessuali non è ancora legale.
È proprio il caso di dire 'tra l'incudine ed il martello'.
Mark scrive un blog eccolo qui.
Adesso si trovano a dover far ricorso grazie ad un team di avvocati, contro l'ennesima richiesta negata.


L'unico ostacolo insormontabile il DOMA:

La Defense of Marriage Act (DOMA)promulgata il 21 settembre 1996è una legge federale degli Stati Uniti che definisce il matrimonio come il quadro giuridico di unione di un uomo e una donna. 
Il decreto, approvato dalla camera del Congresso a grande maggioranza, è stato firmato in legge dal presidente Bill Clinton il 21 settembre 1996.
Secondo la legge, nessuno Stato degli Stati Uniti o altra suddivisione politica degli Stati Uniti, può essere obbligato a riconoscere come matrimonio l'unione di individui dello stesso sesso anche se questo fosse considerato come matrimonio in un altro stato. 

La sezione 3 del DOMA codifica il mancato riconoscimento del matrimonio omosessuale per tutti gli scopi federali (quindi anche richiesta di permesso di soggiorno), comprese le prestazioni assicurative per i dipendenti statali, prestazioni ai superstiti di sicurezza sociale  e la presentazione delle dichiarazioni fiscali congiunte. 


Insomma, lo stesso sistema che ha permesso a Mark e Fred di formare una famiglia ed adottare 4 bambini, adesso sta cercando di farli a pezzi.
Ho chiesto il permesso a Mark di scrivere questo post, la mia intenzione è quella di farvi vedere che ancora una volta, la via per l'inferno è lastricata di buone intenzioni, anche se in questo caso si tratta di un vero e proprio casello autostradale, costruito con mattoni di idiozia e pregiudizio.
"Proteggiamo la famiglia!"
"Proteggiamo il matrimonio!!"
"Proteggiamo i bambini!!"
Ed in nome di tutti questi sani principi, all'ombra dei quali pascola la grassa vacca dell'ipocrisia, questa famiglia, questi bambini, questo matrimonio, sta andando giù in cenere.
Questa è la giustizia di chi rifiuta pari diritti alle coppie omosessuali.
Questa è la giustizia di chi 'ha a cuore' l'istituzione della famiglia e del matrimonio.
Non so come finirà per Mark e Fred, ma so che NESSUNO merita di essere trattato come un cittadino di seconda classe in base alle proprie preferenze sessuali. 


Argomento già più volte trattato e sviscerato, con l'eccezione, questa volta, che io vi sto mostrando la reale conseguenza dell'atteggiamento dei benpensanti che legiferano con la bibbia in mano.
Quella bibbia dovrebbe bruciar loro le dita.
Non si tratta di una coppia gay che ha voluto soddisfare un desiderio di paternità.
Non si tratta di un capriccio.
Si tratta di una famiglia che si trova a dover lottare per restare insieme. 
E per quanto riguarda il DOMA, non protegge il matrimonio, lo ostacola.
Vi lascio il link del video con l'intervista su CNN dove Mark e Fred parlano di questa assurdità travestita da legge.


Questo succede in America, nel 2012, a due cittadini esemplari che pagano tasse e rispettano la legge, ed ai loro amati figli, che non chiedono altro che il lusso di avere entrambe i genitori nello stesso continente.


TQF xx





21 comments:

Susibita said...

Un incubo davvero: ma possono ritrattare in questo modo spudorato? E che senso avrebbe, poi?
Grazie TQF per questa segnalazione: triste, sconcertante, ma importantissima.

(Dear Fred, Mark...no words.
Be strong, keep on fighting.)

Susibita

Michela said...

Non ci sono davvero parole...

dabogirl said...

l'assurdità di lasciare adottare e poi non garantire! Ma scherziamo? Che ipocrisia è?

ne parlavo proprio ieri a pranzo con la mia migliore amica..

oh mamma. Spero che una soluzione ci sia per questa famiglia.

che rabbia.

ugainthesky said...

Ma è assurdo!
Come può la stessa legge dare una famiglia a dei bambini e poi togliergliela?
Già è duro e incomprensibile per un adulto figuriamoci per dei bambini a cui non importa di tutte le seghe mentali di adulti benpensanti !
Ma dopo tutti qst anni possono?
Che schifo di mondo quello che nn tutela le famiglie in tutte le loro forme!

sononera said...

E già, che schifo di mondo. Ma come si può, come. Non so cosa dire , sono senza parole. Queen grazie per aver segnalato la storia di Mark e Fred, mi terrò informata sul loro blog.

Elena e Manuele said...

è agghiacciante.

Biancume said...

non capisco davvero il senso di tutto ciò, è una storia agghiacciante. Un controsenso così grande che può essere dettato solo dall'ipocrisia.Mi auguro di cuore che questa battaglia venga vinta da questa famiglia preservando soprattutto la serenità dei bambini

Paleomichi said...

assurdo

Parola di Laura said...

è allucinante dove si arriva quando l'ottusa mentalità e la burocrazia con i paraocchi vanno avanti senza accorgersi di chi travolgono...

The Queen Father said...

Grazie a tutti del vostro contributo... Mi auguro solo che le cose possano risolversi. Potrebbe essere successo a noi. Potrebbe essere successo a voi. Per un qualsiasi motivo e non necessariamente più valido o intelligente o coerente di questo.
Follia allo stato puro.
Condividete più che potete e speriamo bene...
Grazie ancora!

TQF xx

Silvia said...

Ciao, non so se mi stanno leggendo Mark e Fred...
Se così fosse vorrei dire loro:

Hi Mark and Fred,
just wanted to thank you because you decided to fight instead of run away in a more comfortable place [i'm sure there's at least a place in the world where your family can happily live].
you're so brave...
Good luck!

trilly said...

le ipocrisie della vita odierna. semplicemente assurdo.

cily75 said...

che rabbia...non c'è molto latro da aggiungere. Siamo così gretti che alla fine tra tutte le leggi che servono a pararci il culo e darci mille garanzie, l'amore è l'ultima cosa che viene protetta...

Anonymous said...

non è giusto!!! lottiamo contro queste ingiustizie, facciamoci sentire, perchè non è giusto!!!!

Anonymous said...

Ho guardato l'intervista della CNN e mi sono commossa.Guardando i volti di quei bambini si può capire la loro serenità e l'amore che soltanto una vera famiglia può trasmettere.BASTA pensare che i sentimenti debbano essere al femminile o al maschile! Il vero amore verso i figli non ha sesso! A questi due papà rivolgo tutta la mia comprensione e la rabbia contro questi spregevoli fatti e auguro loro di poter continuare ad essere una famiglia felice. Mamma Lu

Ad ali spiegate said...

Ma si può? Mi viene da pensare "impossibile. cose dell'altro mondo!" ...invece...non ho proprio parole. Che situazione paradossale dovuta solo alla stupidità e al finto perbenismo.
Posso solo esprimere la mia solidarietà e fare da passaparola per far conoscere a più gente possibile questa manifesta ingiustizia.

Daniela... said...

....non ho parole....però se può servire, io spesso partecipo alle raccolta firme via mail di Change.org, credo che la petizione possano avviarla loro stessi...ti lascio l'indirizzo mail dal quale ricevo le richieste, ed eventualmente se ne hai bisogno fammi sapere che ti inoltro qualche mail.
Baci ed in bocca al lupo <3

Daniela... said...

'sse... ecco l'indirizzo mail di Change.org mail@change.org

quandofuoripiove said...

Ciao! Mi permetto un commento OT perchè ho premiato il tuo blog come Versatile Blog, trovi tutte le informazioni qui http://www.quandofuoripiove.com/2012/03/sono-versatile.html
Giada

Moonlitgirl said...

La cosa più grave è che i bambini non sono mai al centro dell'interesse....ci si dimentica sempre di quello che è il loro bene....al di là delle leggi bisognerebbe sempre e solo pensare a loro....

Grazie per aver condiviso con noi questa infernale realtà....e per questo ti ho nominato per il premio "Blog affidabile".
Vedi il link....e capirai perchè!!!

http://friendonthemoon.blogspot.com/2012/03/premio-blog-affidabile.html

Moonlitgirl
www.friendonthemoon.blogspot.com

Witch_D said...

no, mah....questi cosa si sono fumati????? cioè, ci sono 4 BAMBINI: come ca....spiterina pensano che possano crescerli? cioè, ma ce la fannò??? altro che grattarmi la testa, sono sconvolta dall'idiozia di certa gente...