Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale




Salve omosimpatizzanti!

Qui a Londra è stato un weekend FA-VO-LO-SO... 17 gradi e sole, sole sole.
"Vi siete buttati al parco? Al prato? In riva al Tamigi con le pantegane?" chiederete voi.
No.
Ho passato il weekend in cucina, da bravo casalingo disperato, a cucinare per la tribú che è stata qui a pranzo.
"Ma sempre da te questi vengono a magnà?" legittima domanda.
Inglesi, mica scemi, ovvio che sí.
Ah, ricordo con nostalgia quando vivevo in Italia e questo periodo lo passavo in giardino a prendermi i primi raggi di sole ed a ricoprirmi di lentiggini.
Sí, c'ho pure quelle.
Solitamente ero accompagnato dalla mia migliore amica B che allora aveva la fissa di prendere il sole in topless, anche a Marzo, ma era così refrattaria all'abbronzatura che la avevo soprannominata Zinna Bianca.
Lei diceva solo di essere "Bianca convinta... Come te sei gay tesò... Tu però sei solo gay dichiarato... Ma sei convinto?" e mi mostrava le tette.
Vabbè, una gretina pure lei.
Bei tempi.


Sulla scia di questi pensieri tra il bianco, il nero e l'omosex, (e dietro suggerimento di una di voi, lettrici trend-setting...) mi è venuta in mente una ricettina a prova di idiota che proprio tutti possono fare.
Anche quelli che hanno la testa giusto per tenere le orecchie separate.
Come il mio aiutante di oggi.
Si chiama Franco, ha 45 anni, mantiene con orgoglio ogni pelo che il Creatore ha deciso di regalargli, e lo fa crescere allo stato brado con la levità e nonchalance di un cinghiale toscano.
Non possiede grosse pretese di stile in merito di cucina.
Per dirvi, quella che io descriverei come una 'omelette au choix' (con gesto della mano che sottolinea la debolezza dei miei polsi...), per lui è "un c'avevo 'na sega da magnà e me sò fatto 'na frittata co' l'avanzi de ieri sera...".
Incredibile come l'eleganza gli sfugga.
Franco è il portavoce della maschiezza che va difesa a sprangate contro ogni attacco da parte degli 'omminisessuali', come li chiama lui, e, dall'alto del suo calzino bianco indossato con i mocassini testa di moro in finto pitone, si sente in dovere di proteggersi da tutti noi bramosi deviati che, dice lui, attentiamo alla sua virtù ogni giorno.
Il fatto poi che detta virtù si celi sotto copiosi strati di lardo, pelliccia ed una nuvola di puzza di ascelle cariche, ovviamente non fa che renderla più appetibile.
Mai fu gnu più desiderato.
Beato te Franco.
Fa il carrozziere (quando si presenta al lavoro sobrio) ed è orgogliosamente omofobo.
"Vero che sei omofobo Franchino?"
"Ahó, de omo io nun c'ho gnente eh..."
"Omofobo significa che odi i gay Franco... Calmati.."
Ma l'ostilità di quest'uomo. Neanche un complimento gli si può fare.
Dicevo, farò preparare questa ricetta a Franco.
"Franco vatti a lavare le zampette che fra poco si comincia.."
"Nun ce provà... Io a casa tua tengo a schiena ar muro..."
Cominciamo bene direi.
Allora, questa ricetta è del Salame di Cioccolata, ma lo facciamo bianco anziché marrone, dal momento che Franco, oltre che omofobo, è pure razzista.
"Nun sò io che sò razzista, sò loro che sò negri.."
Ah ecco. Doverosa precisazione. Grazie Franco.
Ma iniziamo con gli ingredienti.
"Franco, ti ho visto che ti sei grattato lí sotto... Lavati le mani subito o il salame non te lo faccio fare...."

Vi servono:
  • 500gr di biscotti secchi, tipo Oro Saiwa
  • 100 gr di burro fuso
  • 150gr di cioccolato bianco
  • 80 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 aiutante eterosessuale ed omofobo con tendenze alla violenza ed al razzismo (facoltativo)
  • 1 poliziotto nascosto fuori campo, pronto ad intervenire semmai l'aiutante vi partisse di capoccia
Se il cioccolato che avete comprato è abbastanza duro va bene così, altrimenti mettetelo nel freezer.
Nel frattempo sbriciolate i biscotti.
"Franco, sbriciola i biscotti forza...NO! Non cosí! Se ci pesti sopra con la spranga mi ci fai la semolina... Delicatamente... Ecco così.... E LASCIA 'STA SPRANGA PER DIO! Bada bene di non polverizzarli troppo... I pezzi devono rimanere abbastanza grossi... Intorno ad un centimetro per un centimetro... Ecco, usa il coltello che è meglio... Attento! Raccoglilo dal pavimento.... No che non mi avvicino da dietro, imbecille... Sei fissato eh..."
Vi informo che con una mano pesta i biscotti e con l'altra si para il sedere.
Ma in che mondo di paura deve vivere certa gente.

Mentre Franco finisce di smontarmi il piano di lavoro nel tentativo di sbriciolare i biscotti tra pugni e bestemmie, io preparo la crema come segue: in una zuppiera sbattete le uova con lo zucchero ed il burro sciolto.
Prendete dal freezer il blocchetto di cioccolato e tritatelo finemente, anche con l'aiuto di un mixer. 
"Franco! Ma la smetti di infierire cosí su quei biscotti? E BASTA! Quanta rabbia interiorizzata avrai? E vai allo stadio con le catene come fanno i tuoi amici no?"

Aggiungete il cioccolato al composto nella zuppiera ed incorporate tutto bene.
"Franco, se ti comporti bene ti faccio la ceretta sulla schiena che sembra che ti sei messo il maglioncino d'angora sotto alla canotta..."
Aggiungete poi i biscotti triturati ed amalgamate tutto per bene, assicurandovi che ogni pezzetto di biscotto sia legato ben bene con uovo e burro e cioccolato.
Usate pure le mani.
"FRANCO! Aspetta va.... Ci penso io che tu non fai altro che grattarti lí sotto ed eviterei il salame di cioccolata che sa di salame vero... Scusa eh...."

Prendete il composto e, su un foglio di stagnola, formate una specie di salame
"Daje su, fatte 'sto salame che me ne vo..."
"No Franco, sei qui per aiutarmi, quindi fallo tu.... Ma che fai? Ti rimetti con la schiena al muro? Intendevo fallo nel senso di fare il salame... (Mi passate un sedativo per favore?)"
Aiutatevi con la stagnola per compattare la forma, arrotolando la carta intorno al salame sul piano di lavoro e chiudendone le estremità formando una vera e propria salsiccia.
(Franco intanto si è fatto un pannolino con il rimanente della stagnola, giusto per esser sicuri, la necessità aguzza l'ingegno).
"Franco ma cosa sarebbe 'sta cosa? Non mi sembra un salame..."
"Infatti è 'na sorca... AHAHAHAH"
"Franco, questo è sabotaggio bello e buono.... Sei andato fuori tema e poi sembra uno di quei mammiferi indecifrabili sfranti sul raccordo....  Scusa ma la hai mai vista una Sorca Di Cioccolato Bianco? Cioè io secondo te vado ad un compleanno di bambini e porto come dolce la Sorca di Cioccolato Bianco?"
"Embè? Chiamela topa allora...AHAHAHAH."
"Franco, la Topa di Cioccolato Bianco fa ancora meno appetito.... Ma tu di figli ne hai?"
"Boh, me sa de sí, quarcuno pure co' mi moie... E me tocca pure pagaie er mantenimento, a 'sta mignotta..."
"Ah beh... Tutto è bene quel che finisce bene insomma..."
Vabbè, voi fate la forma a salame che è meglio.
Se come Franco la trovate troppo fallica e vi sconcerta o vi turba, fateci una pizza.
Una volta ottenuta una forma compatta e regolare, mettete in frigo per almeno una nottata e servite a fettine.
Ottimo!

"Metti il salame in frigo Franco... Lí in basso... No, piú in basso.... Di piú.... Di piú...  Dai che scherzo... Nemici come prima?"

Buon Appetito!


TQF xx


P.S.
Nessun essere eterosessuale ed omofobo è stato abusato fisicamente o psicologicamente durante la stesura di questo post. Il soggetto a cui è stato assegnato il nome fittizio di 'Franco' è stato gentilmente fornito dalla direzione del Parco Riserva Naturale degli Omofobi e Razzisti d'Italia. Durante tutto il post 'Franco' è stato monitorato dal responsabile alla produzione per assicurarsi che il suo benessere psicofisico non venisse condizionato dalla presenza di un omosessuale. Ringraziamo il negozio di articoli sportivi "Linea Sport 3000" ed il club "A.S. Roma" per gli accessori con cui hanno gentilmente decorato la mia cucina nel tentativo di ricreare un'atmosfera maschia e familiare per Franco. Ringraziamo "Ferramenta ed Elettrici da Nino L'Egiziano" per le spranghe e le catene ed "Oggettistica Tramano, tutto per l'omofobia ed il culto settario" per il busto bronzeo del Duce a grandezza naturale con occhi semoventi richiesto da 'Franco' per poter rispettare i momenti di preghiera come dettato dalla sua religione.
Alla fine di questo post, 'Franco' è stato sedato e reinserito nel suo habitat naturale.
Mi scuso con tutti gli omofobi italiani se ho scelto di rappresentarli come dei bruti, avversi alla cultura ed al sapone. So perfettamente che molti di voi hanno fior di titoli di studio, vivono in attici al centro e la domenica invece di portare le spranghe allo stadio, portano la famiglia in chiesa ed in pinacoteca.
Non vi reputo inferiori a Franco, per carità, avete solo meno scuse per la vostra ottusità e siete infinitamente meno comici.
Niente di personale.


















18 comments:

El_Gae said...

Diciamo che esiste anche in non-omofobo (non so se esista una parola corrispondente) pelosetto e grassoccio: Ecchime, son mi! ;)
Zinna Bianca è meraviglioso...

ilmiomondonuovo said...

Ma a Franco alla fine, oltre al sedativo, gli avete dato una sparaflashata alla Men in Black?

biancamora said...

Post meraviglioso! :) E soprattutto, sarà perché son di Roma anch'io (prima ancora ero dei ridenti Castelli Romani! ;) ), ma ti giuro me lo son visto davanti agli occhi Franco durante tutto lo sketch che hai minuziosamente raccontato.

Paleomichi said...

Strepitoso!!! E comunque mi sembra il caso di avvertirti che se continui a postare prelibatezze del genere appena mi trasferisco a Londra (yeah) mi trovi alla porta di casa tua pronta ad auto-invitarmi a pranzo... Secondo me non ti conviene ;)

la tina said...

QF, me lo ricordavo con meno burro il salame di cioccolata, ma sembra buonissimo!

al povero franco gliel'hai ripulita la memoria dopo, stile Men in Black? perchè guarda che se va in giro a dire aji amici suoi che è stato chiuso in una cucina con te che spruzzavi l'oust in giro e gli facevi lavar le mani ogni 3 minuti, è spacciato!!! :D

Susibita said...

Heeeiii...ma alla fine mica ci hai chaimati per spalmarci come Shakira e cantare "ulllà" di sottofondo (mi sa che ero io, quella che ti ha messo int esta l'idea del salame) ;D.
Hai fatto bene: Franco non ci avrebbe apprezzati.

Susibita

Fra said...

Tutto il tuo post è bello (molto bello e anzi grazie pure per la ricetta) e la conclusione è meravigliosa! :)

cily75 said...

e vabbè....questo post dovrebbe diventare patrimonio nazionale, insieme al Franco style e, ovviamente, al tuo salame di cioccolato...ahah :D Superfluo farti i complimenti per la vivida e fedelissima descrizione del tipico energumeno??? ;P

francesca r. said...

:-D questa volta mi hai fatto proprio morire... me lo vedevo proprio, Franco, nella tua cucina, che si teneva raso raso al muro pensando "mmma chi mell'a fatto fà" e cercando disperatamente di guadagnare la porta...
e forsa anche più bello è stato il post-post!

(la ricetta sembra proprio quella che hanno fatto alla melevisione un po' si tempo fa... e anche lì c'era il bruto - l'Orcomanno - che "frantumeggiava" i biscotti!!) :-D

anto i viaggi di maya said...

tu sei malatooooo!!!! ahahahah!!!
senti la cosa di Zinna Bianca mi ha steso! Mio padre mi chiamava Zanna Bianca, perchè avevo gli incisivi sporgenti. Anzi, poi è diventato 'A ZANNUT.
grazie per questo amarcord!
salutami Franco eh!

Amedeo said...

Mi associo all'ultimo commento: tu stai scocciato serio, e noi ti amiamo per questo!

Silvia said...

Marco so che non mi puoi ricambiare ma dopo questo post ti amo!^_^

Il povero Franco mi ricorda tante persone che conosco, laureate ricche ed istruite eppure così ottuse...

Anonymous said...

Sei forte, va là

lamiaeco said...

Ho le lacrime agli occhi!!! Che post esilarante!!!
Mi è venuta in mente la volta che in palestra, un maschione (ben pompato e ben oliato, dichiaratamente omofobo) affermò orgoglioso. "Sì io sono un vero maschio, sono omosessuale!!!". Al che gli dissi: "Ah, sì?"
"Certo!"
"E sei sicuro di sapere cosa significa?"
"Ma sì!!! Che sono un uomo. Omo=uomo, capito? Non come quei gay, gli eterossessuali!!!". Anche allora mi vennero le lacrime agli occhi!!! Chissà a quanti aveva raccontato di essere omosessuale con quell'orgoglio e quella spavalderia!!! E chissà quanto mi ha odiata quando gli ho spiegato l'etimologia dei due termini... Sì, sempre stata un po' stronzetta!
Però sono soddisfazioni!
Buono il salame al cioccolato!!!

Livia said...

Noooo lamiaeco, perché glie l'hai detto??? Ce lo vedevo a ripetere il mantra pure mentre esce dalla palestra col deambulatore!
Boooono il salame (interpretatelo come vi pare), mia suocera lo fa nero e ci mette pure una spruzzata di brandy se ricordo bene!

Viola said...

C'è i un Franco dentro ogni più colto omofobo, stanne certo

Barby70 said...

Ma dove sei stato finora? Non solo mi iscrivo tra i followers ma metto pure la sveglia per non perdermi i tuoi post....... te quiero ^__^

Pix said...

Dalle mie parti viene chiamato salame turco. e solo ora mi sono resa conto che ha un pò di doppio senso XD