Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale




La Varicella del tappo è in fase di prosciugamento... Le bollicine si son trasformate in crosticine facendomi sperare che forse a breve si potrà giocare al sole.
Grazie anche a tutte le devote lettrici che mi hanno consigliato meraviglie come il Tanno Hermal.
Secca tutto. Chissà se funziona anche con le cognate scassapalle...
Le mie tonsille hanno ceduto alle minacce di gargarismi all'acqua raggia e si sono ridimensionate, così come la febbre che è sparita.
Insomma, sembra che ne stiamo uscendo fuori.
In compenso mi sto godendo un po' l'atmosfera paesana.
Le vecchie dal macellaio che invece di dirti cosa vogliono, ti dicono prima cosa non possono mangiare
"Ah! Che belle sarcicce, peccato che nu le pozzo magnà... C'hai pure la trippa fresca... Peccato che nu la pozzo masticà... C'hai pure er fegato... Peccato che me se ripropone... C'hai pure..."
"SIGNÓ, c'avemo tutto. Che poi magnà?"
"Famme du' fettine de vitella va, ma fine eh... Fiiiiine fiiiine come l'ostia che sò sdentata e se le gnótto (inghiotto ndr) sane m'arivié la gastrite..."
Meraviglia!
Ma a questa chi cazzo la scioglie la mattina?
"Adelina, embè piatele tu e sarcicce che c'hai i denti bboni, guarda che sò belle eh...."
"Ma a me e sarcicce numme piaceno..."
"Embè? Fattele cor sugo che ammazza er sapore de porco no?"
Ma io dico, una si sta a fa i cazzi suoi e questa vuole che ti compri le salsicce e che te le fai col sugo?
Santa Pace.


Eppoi la sensazione che quando passi tutti ti guardino perché hanno un'idea di chi tu sia, ma non ne sono più tanto sicuri e sanno forse solo quello che hanno sentito in giro.... E ne hanno sentite a pacchi.
"Sei l'orgoglio della classe del '75 all'estero..." giusto stamattina mi son sentito dire.
Che indubbiamente fa un po' piacere.
A dirmelo è stato il meccanico, che ha la mia stessa età e si ricorda dei tempi di scuola.
Carino no?
Certo, magari si dimentica del fatto che, durante i miei anni di piombo, pure lui era uno di quelli che mi chiamavano 'frocetto', ma che volete? Adesso io sono come Kate, Pippa e tutto il Cucuzzaro.
E che mangino brioches. Anzi, a 'sto punto, me le magno io mentre loro guardano.
No dai, mostriamo un po' di clemenza. Eravamo bambini, eh però quelle insicurezze che mi porto dietro adesso fanno parte del mio mondo di adulto....
A poterglielo far capire il male che fanno nella loro innocenza certi bambini.
Che poi innocenza una sega, certi bambini sò proprio stronzi, e non ce n'è.... E i genitori di più.
Ecco, l'ho detto.
Certi bambini dovrebbero andare a pranzo dalla vecchia della macelleria e mangiare 'sarcicce ar sugo' fino a che non gli viene la colite.
Per tornare alla storia del meccanico, voi direte "Tu la mattina ti alzi e vai fare conversazione col meccanico del paese? Così, ad favam?"
Ma no!
È successo che due giorni fa, approfittando della scomparsa del mio febbrone, ho preso la macchina di papà per fare dei giri. Il panettiere, il macellaio, il fruttivendolo, quella che vende i saponi (Saponaia? Saponiera? Saponara?)
Tutti i negozi sono ancora gli stessi, solo che dietro al banco ora ci trovo i figli dei padroni, tutti della mia età o giù di lí e tutti che mi chiedono. (Ricky Martin Card a go-go)
Dicevo, la macchina di papà.
Come ve la descrivo?
È una Fiat 500 di 20 anni fa, è viola metallizzato (che negli anni '90 magari era pure l'apice della raffinatezza, ma ormai rappresenta la morte sociale), ha gli interni perennemente ricoperti di terriccio, foglie e pagliericcio da mezzo agricolo a cingolatura pesante (dal momento che papà la usa per le sue scorribande in campagna e la lava quando non riesce più ad uscirne pulito) e tiene l'anima coi denti.
Giusto due giorni fa, quei denti, che forse sono più una dentiera, hanno mollato la presa, proprio mentre io ero in mezzo alla Via Cassia.
Le marce smettono di entrare.
Così, all'improvviso, ed io mi ritrovo a bloccare due corsie ed a formare una fila di automobili così lunga che è stata persino fotografata dai satelliti della Nasa.
Ma l'ignoranza di certi automobilisti!
Un frastuono di clacson ed improperi e io a testa bassa che smanettavo con la leva delle marce bestemmiando in mandarino.
"Ma non vedete che ho problemi? NON IO CAZZONI! LA MACCHINA!!! NON ENTRANO PIÙ LE MARCE!!!"
E giù parolacce.
Stronzi.
Mi chiedo, se in quel catorcio ci fosse stata una di quelle gnocche che guidano con le tette, forse il trattamento sarebbe stato un po' diverso. Intanto i signori uomini si sarebbero precipitati in suo soccorso, giusto per dare un'occhiata alle zucche.
Invece c'ero io, in tuta, col cappellino Ferrari e la barba di una settimana. Sei uomo, sei omo, sei una sega al volante e rappresenti tutto quello che può andare storto per tutto il tuo genere.
Niente zinne.
Infierite allora, bastardi.
Eh ma un giorno me lo voglio comprare un paio di zinne di plastica da indossare alla guida, giusto per mettervi paura quando scendo dalla macchina per dirvi di mettervi quel clacson dove non brilla il sole....
Automobilisti e sessisti.
Poi chissà perché, gli automobilisti più incazzosi son gli uomini che a piedi fanno ridere.
Tipo lo stronzetto che mi si era appiccicato al sedere e che gli dava di clacson come se stesse al telegrafo.
Un tipetto basso (la testa a malapena spuntava da dietro al cruscotto...), sudaticcio, peloso come un bue muschiato e con gli occhiali con delle lenti così spesse che secondo me poteva vedere il futuro.
Praticamente il figlio nano di Costanzo e Bruno Bozzetto: un cesso.
Cioè, non è che se ti attacchi al clacson  e mi mandi i messaggi in codice Morse io adesso mi carico la macchina in spalla e mi tolgo dai coglioni in fretta eh....
"E spignila 'sta machina che stai a creà er casino!"
"Ma secondo lei io sono del tutto imbecille? La seconda marcia è rimasta dentro e ha bloccato la leva del cambio... Per farla muovere devo tenere un piede sulla frizione, mentre con quell'altro spingo la macchina. Converrà con me che, sebbene io abbia delle gambe lunghe e, per molti versi, anche belle, non riuscirei mai perché NUN SO' MICA MANDRAKE, BRUTTO SORCIO DEMMERDA!".
E respira.
Pffffffffffshhhhhhhhhh.......
Vabbè, grazie all'intervento dei passanti (che mi hanno praticamente buttato dentro alla cunetta..) son riuscito a spostare il cadavere, con gaudio di automobilisti e ragazzini sull'autobus della parrocchia che mi alzavano il dito medio.
Bell'esempio di carità cristiana.
Da prendervici a mazzate col crocefisso guarda....
E niente, stamattina il meccanico, l'adulatore di cui sopra, si è venuto a rimorchiare il cadavere e se lo è portato via.
Nel frattempo ho ottenuto in prestito (cioè, un gesto di una gentilezza commovente da parte della fidanzata di quello che era il mio amichetto del cuore quando eravamo piccoli piccoli...) un SUV.
Punto.
Adesso immaginatemi dentro ad un carro armato.
Al primo automobilista deforme e nervoso che mi strombazza da dietro, gli faccio retromarcia sul cofano.
Ambè.
In tutta questa faccenda poi, ovviamente papà pensa che gli ho spaccato la macchina, mamma invece inveisce contro papà
"Quer cesso de machina poteva essergli scoppiata in faccia!"
"Ma che drammatica mamma, quanto la fai lunga! Non è mica è colpa sua! La macchina è vecchia... E poi non si è fatto male nessuno in fondo..."
"Ecco, dagli pure ragione! Adesso per punizione pure a piedi tocca andare..."
"Mamma, dai, sul serio, papà che c'entra?"
"Ahó, m' hai messo un'agitazione con 'sta storia... Ma io con qualcuno mi dovrò pure sfogà no?"
Eh, non fa una piega.
Ringraziate solo il Signore, dovunque voi siate, che lei la patente non ce l'ha.


TQF xx



13 comments:

Waiting said...

Concordo pienamente
Certi bambini sono proprio stronzi.
Ed io venerdì ho avuto il mio primo incontro ravvicinato con una stronza bambina.
L'avrei menata

anto i viaggi di maya said...

ma succede sempre così???? no dico, l'ultima volta che son tornata al mio paese e ho preso la macchina di mio padre (una 106 del '97) non funzionavano più i freni!!! non so come abbia fatto ad arrivare a casa! e ovviamente per mio padre la colpa era mia!!!
ps. concordo sulla gentilezza degli automobilisti. una volta mi si è fermata la macchina e intralciavo il traffico. Prima tutti hanno sbraitato per una mezz'ora... poi qualcuno ha capito che per spingerla avevo bisogno di una mano, essendo incinta al 7mo mese. no words...

El_Gae said...

Li voglio tutti in romanesco i tuoi post... te prego!

patalice said...

...sono pro globalizzazione, tuttavia leggere questi post fa venir voglia di preservare al 200% il proprio status paesano!

seya said...

Oddio, ci ho meso un po` a capire il romanesco (diciamo che con il veneziano ha poco da spartire) pero` al solito le tue descrizioni sono esilaranti! I bambini stronzetti potresti anche tirarli sotto son il SUV ora..altro che dito medio!

Seya

mafalda said...

No, i cazzi sua non se li fa mai nessuno.
Specie nei paesi.
Vicenza è un grosso paese più che una città, ne so qualcosa.
Ne so qualcosa anche della guida con le tette, e hai ragione, l'automobilista medio è molto sessista e maschilista, anche se guida da cani.

Anonymous said...

Troppo bello, mi hai fatto morire dal ridere, mi sembrava di vedere un film!

ero Lucy said...

Ma fantastico!! :D E le brioche, alla faccia loro.

Anna said...

me fai chiagne dar ridere!!! Non so se si dice veramente così ma... ce semo capiti!!!

p.s. guarda che le tette non sono sempre comode... io mi porto a spasso una quarta e ti assicuro che non trovo mai nessun uomo che quando parliamo mi guarda in faccia... li mort..... loro... ^__^

L' officina di un sogno said...

eccheppalle, smadonnerei io in mandarino se lo conoscessi, i miei amati figlioli manco il post mi fanno finire di leggere, litigano due piani più sotto e la distanza non mitiga gli urli... non ho tette che valga la pena di far vedere ma in questo momento preferirei essere in mezzo ad una Cassia qulsiasi con la 600 bloccata (eggià che credi? pure la 600 non mi faccio mancare - e al momento è anche "leggermente" ammaccata - ) piuttosto che davanti a questo schermo senza possibilità nemmeno di godermi il tuo post!! Me lo rileggo domani con calma. Eli.

cily75 said...

mi hai fatto andare il pranzo quasi di traverso!!! mannaggia a te!! ;PP

Amedeo said...

Ariecchime!
E che te trovo? Il nostro bel romanesco! Da paura.

Ar solito, me sto a taja'.
Ma sei a Roma? Siamo così vicini?! Wow! :)

ps: d'accordo sul dispiacere di capire solo a posteriori come avremmo potuto aiutare noi stessi quei bambini stronzi che ci hanno segnato. A poterlo fare prima ...

Livia said...

Piciula la 500, ci ho preso la patente! E poi sono passata irreversibilmente al cambio automatico per manifesta incapacità ad usare frizione e cambio :(
Però che bello qualcuno che si fa i cazzi tuoi invece di inchiodarsi allo smartphone, ti fa sentire importante e vivo...
Purtroppo col parco automobilisti del cazzo che circola in Italia è difficile capire subito se chi ti sta davanti è in difficoltà o stronzeggia: ma col SUV arriverà la vendetta, oh tremenda vendetta!!!