Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale



Giusto sei mesi fa scrivevo questo postsfottendo i Maya e le loro predizioni catastrofiche sul nuovo anno e la fine dei giochi prevista per il 21 Dicembre 2012.
Recentemente però ho dovuto constatare che per la mia famiglia un profondo cambiamento invece ci sarà sul serio, il mondo vecchio lascerà posto al nuovo e niente sarà mai più come prima.
Non mi riferisco a disastri di natura ambientale, ma ad un cambiamento netto della nostra vita, trasferendoci a Parigi dietro ad un  nuovo lavoro, forse nuovi amici ed una nuova lingua da usare.
Insomma, non vedo inondazioni, invasioni di locuste o pioggia di escrementi all'orizzonte, ma il cambiamento ci sarà e sta già prendendo piede.
La cosa mi piace assai.
Poi se mi guardo attorno è una bella notizia dopo l'altra: in Francia M. Hollande, che è socialista e pro-gay e appoggia la causa del matrimonio tra omosessuali, ha soppiantato il nanetto Swarowsky e Carlà, in USA Obama fa il suo bel coming-out dichiarando di aver finalmente digerito la questione del matrimonio gay e di schierarsi a favore.
Ma che palle! Che ti vuoi digerire? Ma se si sposassero i gay cosa cambierebbe a casa degli etero sposati? A casa degli etero non sposati? Degli etero bigotti? Degli etero rompicoglioni? Cosa cavolo cambierebbe?
Sapere che tanti omosessuali possano costruirsi una famiglia è una cosa così intollerabile? E siete tutti cristiani? Specialmente in America dove il matrimonio non rappresenta più un cavolo, dove Kim Kardashian ci guadagna un pacco di milioni di dollari in pubblicità e poi divorzia dopo 72 giorni, o dove Britney Spears si sposa per 55 ore giusto per divertimento? Americani, parlate di santità del matrimonio?
Ma andate a cagare.


Speriamo che Baracca, al di là della sua sincerità, riesca a mettere giù qualcosa nero su bianco.
Adesso manca Giovanardi che si mette il piercing al capezzolo e si fa tatuare il nome del fidanzato sulle chiappe e posso morire contento.
No dai, sul serio, c'è un gran bel  movimento.
Forse i Maya hanno ragione, il vecchio mondo sta davvero per finire e io ci metterei la firma perché questo vecchio mondo cane sparisse e lasciasse spazio ad una nuova era di tolleranza e comprensione.
Vi racconto un aneddoto.
Come sapete sto cercando di affittare casa prima della partenza per Parigi. L'agente immobiliare mi chiama entusiasta "Questa signora insiste che vuol vedere la casa stamattina! Adora le foto e dice che la prende subito!"
'Orca! E dai, portala che concludiamo..', penso io.
Giusto ieri mattina quindi mi arriva questa cessa spagnola che vive in Svizzera (non mi rompete i coglioni con accuse di misoginia che stavolta non vi cago proprio, che colpa ne ho io se tutte le stronze del creato mi trovano come i maiali trovano i tartufi?), che mi ha fatto rimanere di stucco.
Questa (lunga e secca quanto un osso di prosciutto...) entra con l'agente immobiliare davanti, stava cercando casa per suo figlio 'giovane imprenditore che si è fatto da solo' (ma che ha bisogno di mamma per trovare casa...) e appena arrivata in cima alle scale, proprio mentre stavo per darle il benvenuto, butta l'occhio sulla foto del matrimonio che tengo sul tavolinetto balinese all'ingresso.
Due uomini che si baciano.
"FORGET IT!" si è limitata a urlare, ed è corsa giù per le scale come se avesse visto Satana in persona.
L'agente immobiliare (che pure lui è cosí gay che la metà basterebbe pure...), è arrossito ad un passo dal porpora e non la smetteva di scusarsi.
Io son rimasto come uno stronzo.
Questo è successo a casa mia a Londra, ieri mattina, AD 2012.
Ma io dico, possibile che stiamo ancora qui a puntarci le dita contro in base a chi ci portiamo a letto?
Ma quando abbiamo imparato un cosa del genere?
Quando abbiamo iniziato a misurare il valore di un essere umano in base alla sua attività sessuale?
Ma chi cavolo l'ha inventata 'sta cosa?
Ma perché siamo così ossessionati da quello che la gente fa a letto? Perché scegliamo di dar peso e valore alle attività sessuali degli individui piuttosto che alla loro tenuta morale quotidiana?
Perché ci siamo convinti che l'onore di una donna sia correlato all'integrità del suo imene?
Perché ci siamo convinti che la virtù di un uomo sia direttamente proporzionale alla sua eterosessualità?
Perché si è arrivati all'equazione scopare = essere? Coito ergo sum?
È possibile scindere dalla vita pubblica gli aspetti più intimi del nostro privato? È ammissibile che le nostre attività sessuali tra adulti consenzienti debbano passare sotto lo stesso giogo dell'etica (politica e religiosa) di ogni altro aspetto della nostra vita? È giusto che la sessualità sia passibile dei retaggi di politica e religione e suscettibile alle loro manipolazioni, quando dovrebbe essere solo una parte privata di quello che siamo?
Esiste un privato o siamo destinati ad essere creature totalmente pubbliche?
No perché io magari faccio sesso con un uomo in privato, cerco di vivere la mia sessualità con decoro e modestia, ma il rifiuto ed il dissenso delle istituzioni verso quelli come me è totalmente pubblico, spudorato e scorretto.
Pensavo che il vero cambiamento avvenisse per osmosi, ma quando succedono queste cose non penso ad altro che alla guerriglia urbana.
Perché certi comportamenti dovrebbero essere puniti dalla legge, certe idee, certi atteggiamenti dovrebbero essere stroncati pesantemente.
Perché l'omofobia ed il razzismo sono la STESSA cosa, solo che dire che ti fanno schifo i negri è quasi impensabile, mentre dire che ti fanno schifo i froci è una risata.
E allora al diavolo l'osmosi ed il pacifismo.
Datemi una granata.



TQF xx






47 comments:

anto i viaggi di maya said...

e vabbè dai, hai beccato quella che va a cercare casa per il figlio che si è fatto da solo... che ti aspettavi!?
comunque molto bello il tavolino :) l'altra è la tua mamma vestita "a sposa"?

andrà tutto bene said...

appena aperto il post avevo gli occhi a cuoricino pieni di ammirazione per quella foto stupenda! poi continuo a leggere e mi si sono riempiti di tristezza. non smetterà mai di stupirmi l'imbecillità della gente!
l'importante è comunque che ci siano sempre persone che in quella foto ci vedono un amore incredibile...bicchiere mezzo pieno!
keep on rockin. tua, andrà

Anonymous said...

Quanto hai ragione! Pensa che roba se anche gli etero (uomini) venissero giudicati malamente in società per quanto apprezzanno il posteriore delle mogli, fidanzate, amanti...Un bel tatuaggio in fronte con scritto "mi piace il culo", ma invece che pacche da osteria sulle spalle, dei bei portoni chiusi in faccia, così giusto per comprendere che cosa vuol dire. Stamattina mi pulsa la vena polemica (più del solito). Però a te auguro una gran bella giornata piena di gente perbene, non come st'osso di prosciutto. Valeria

Viola said...

ma il figlio non trarrebbe giovamento dal farsi qualcuno, di qualsiasi sesso, piuttosto che continuare a farsi da solo?

Anonymous said...

che dire.....che personaggio allucinante che hai trovato, peccato non sia così poco diffuso questo tipo di persone...
Mi prendo la libertà di condividere su facebook, spero che leggano in tanti e riflettano su questo tuo bellissimo post (e anche sugli altri che hai scritto).
Un abbraccio da quella che legge sempre e commenta quasi mai :o)
Eria

silbietta said...

Ma te ne mando uno scatolone di granate!
Non riesco a smettere di pensare alla scena che hai descritto.
Io l'avrei menata per molto meno!!
Che poi scusa: sei venuta per affittare una casa, mica per condividere le scelte di vita altrui...oltre che bigotta pure maleducata.
Ecco si.
Spero anch'io che il 2012 sia la fine di un certo tipo di mondo.
Buon tutto!!!
Sil.

patama' said...

ma come, dall'alto della tua infinita scienza, non sai che la gaytudine rimane impigliata tra i giunti del pavimento, risale dalle gambe e si infila dove non dovrebbe....ed è altamente contagiosa. Per essersi solo affacciata alla tua dimora, il povero osso di prosciutto, probabilmente ora starà cercando di rimorchiare la cameriera che rifà i letti al Plaza!
( comunque è vero, forse l'osmosi non basta, per osmosi ti ritrovi tuo figlio di sette anni che usa la parola gay per ridicolizzare qualcuno....tranquillo, adesso ne ha quasi dieci e a furia di bastonate con ossa di prosciutto ha smesso ed pur essendo convinto che un suo compagno di classe lo ami non batte ciglio)

la mamma di zanna bianca e piedi neri said...

E se qualcuno entrasse in una casa (etero o gay is the same) e non apprezzasse il padrone di casa obeso o la padrona mignotta o l'alito pesante della signora anziana o chissà cosa (esempi tratti dalla mia esperienza) vi sembrerebbe accettabile tale reazione? un vaffa a lei e a tutti i cafoni del mondo..esiste il rispetto e poi in privato il dissenso (sciocco, immotivato ma da accettare lo sai come i calli ai piedi)! Cafona!

biancamora said...

La prima cosa che mi è venuta da pensare "Ma dai!!!!" possibile che esistano persone così... Cretine?!
Vabbè la mamma del figlio che si è fatto da solo (farsi qualcuna/o non era meglio?! ;) ) non è commentabile...
Auguri per il trasloco!

Paleomichi said...

ma c***o!!!!! scusa il turpiloquio, ma non ho parole!!!!
Posso capire che si possa rimanere sorpresi, ma un comportamento del genere è assolutamente inaccettabile.
Mi dispiace, per lei più che per te.

blonde tomboy said...

La svizzera spagnola si è rivelata null'altro che una poveraccia ma, a voler trovare il buono, sai quante volte riderai ripensandoci? No perchè al di là dell'aspetto grottesco della motivazione che ha spinto sta cretina a tale sceneggiata ... deve essere stata una scena davvero comica.
Ti auguro potenziali inquilini migliori e i migliori auspici (no, non ti scrivo direttamente dal '800, è che sono lessicalmente un po' demodè) per la vostra nuova alba parigina.

Brunhilde said...

Hai ragione, punto.
Spero soltanto che, prima che la carampana inforcasse la porta, tu sia riuscito ad urlarle dietro un meritato vaffa di commiato.

Ale [Tredici] said...

Volevo aprire il commento su una mia personale riflessione su quanto ti stimo per aver detto quella cosa su Kim Kardashian, e invece al diavolo Kim e l'apertura cosmica delle sue gambe.

Purtroppo è così. Un mio amico un mesetto fa si baciava in un parco col ragazzo. Un parco pieno di coppiettine etero che si baciavano. Erano baci tranquillissimi, preciso subito. Un tizio in bicicletta arriva e li accusa chiedendogli "perché fate quelle cose lì? Tra maschi?".

Ma insomma, è roba da matti! Io sono gay e ovviamente mi è facile capire che l'omofobia è una forma di razzismo. Mi domando: ma se fossi etero, sarebbe così tanto difficile capire che se anche due uomini o due donne si amano, a me non cambierebbe nulla?

Asa_Ashel said...

Succede sempre così, noi ci costruiamo giorno per giorno delle piccole corazze che ci aiutano a fregarcene della meschinità di certa gente, ci riusciamo quasi a volte a dimenticarci che esistono perché, contrariamente a quello che loro pensano, abbiamo una vita da vivere che và oltre la sessualità e l'affettività.
Ed è in quei momenti, quanto tu sei sereno con te stesso e in pace con il mondo e aperto ad esso che un fatto simile fa ancora più male, perché arriva alla tua parte più intima, in quel momento senza difese, con una cattiveria gratuita che non trova giustificazioni razionali. Sull'attimo ti stordisce, in un secondo momento ti ritrovi diviso tra la voglia di menar le mani e il desiderio di ritrovare la serenità che ti hanno appena rubato.
Poi passa, riusciremo un giorno anche a scherzarci su ma quel retrogusto amaro che ti lascia in bocca è la cosa più difficile da mandare via. Ma tu hai un ottimo antidoto a tutto questo, due amori meravigliosi.

P.S. a margine mi viene da pensare che questa donna abbia il dubbio atroce, che la riempie di terrore, che il figlio che "si è fatto tutto da solo" sia gay, e le premesse sembrano esserci tutte.
Non è bello da dire, ma già questo sarebbe "una giusta punizione" per il suo comportamento.

Starsdancer said...

si sa l'omosessualità è una malattia altamente contagiosa, si sa mai che dal fatto di aver guardato una foto e la madre passare in casa tua il figlio potesse diventare anche lui gay :(
queste persone mi fanno enorme incax ma se ci penso bene mi fanno anche pena perchè sono così piccole nel loro ragionamento nonchè senza un briciolo di cervello (anche se purtroppo sono avvallate da politica, istituzioni etc.).
Sogno anch'io la fine di questo tipo di mondo :)

El_Gae said...

Beh! Potevi promettergli che avresti incendiato la tappezzeria e liberato la casa svariati mesi prima del nuovo utilizzo, per ridurre le possibilità di contagio. Oppure augurarle ogni bene e che ti salutasse il figlio: in quel momento magari intento a farsi da solo (che soddisfazione un figlio segaiolo compulsivo).
In ogni caso buona fortuna per Parigi.

bianca said...

Purtroppo c'è ancora tanta strada da fare, io spero che il cambiamento arrivi, a volte lo perceipisco, poi scopro che un ragazzo gay che conosco è stato inseguito a Torino in centro perché passeggiava a braccetto del suo coinquilino, e mi sento un po' demoralizzata. È possibile che una persona debba aver paura a manifestare affetto anche solo ad un amico perché rischia di essere preso a botte? Per me è inconcepibile, eppure è così.

mafalda said...

Bella st....a!
Il figlio è un rampante uomo gay di successo.
Lei trascura questo dettaglio, inconsciamente lo sa e fugge da ciò che può ricordarglielo.
Che gente che c'è in giro. Mi dispiace.

Viola said...

Ho pensato anche io la stessa cosa

The Queen Father said...

Ammazza! Tutte che pensate che il figliolo sia una cula!!! Io invece pensavo che non le piacessero le foto in bianco e nero.... ;0)
xxx

divinaringhio said...

Mio adorato
Il figlio si è fatto da solo perché nessuno se lo fa...

Quando potrò avere un figlio, questo figlio che non arriva, vorrei mostrargli un mondo diverso.
davvero.
Un bacio a te, al tuo meraviglioso pargolo e a tuo marito.

Portare pazienza mai. Passami una granata.

Erika

pentapata said...

e poi che caduta di stile lo sanno tutti che si scappa dalle VOSTRE casa agitando convulsa una mano nell'aere e con l'altra tenendosi sulla bocca un fazzoletto intriso di acqua di rose - al massimo di violette - urlando ODDIOUNFROCIOOOOOOO!!!!!!

e poi scusa magari la signora non voleva affittare casa vostra perchè ne cercava una già occupata da madre incestuosa con figlio 40enne.

The Queen Father said...

@Pentapata, la tua è una mente malata. Adoroti.
xxx

The Queen Father said...

@ Erika, che piascere rivederla signó! Spero tutto bene... Ti ho appena spedito via UPS uno scatolone di granate. Usale con parsimonia che costano una mazzata sui reni.
Solo omofobi di serie A.

Xx

Amedeo said...

Una trishtezza infinita.
Quoto in tutto Asa_Ashel, che l'ha spiegata perfettamente.

Parigi vi aspetta!!!

supermambanana said...

uuuhhhh quante storie, la signora e' una minimalista e' detestava il tavolinetto balinese, no? Bastava chiarirle che la lasciavi unfurnished ed era fatto :-P

The Queen Father said...

Ma infatti mi sa che è l'ipotesi più plausibile....
;0)

PAMEN said...

No beh scusate, ha ragione lei, sai mai che la frociaggine fosse contagiosa, potrebbero restarne impregnate le tende, il legno del tavolino, le tubature...e addio radioso futuro per il brillante self-made-son-of-a-bitch.
Ma era spagnola, quindi possiamo incolpare la chiesa cattolica? ;-)
Unica consolazione: l'imbecillità non è solo in Italia. Ieri sono andata al concerto di Tiziano Ferro e tutti a commentare che è gay: e allora? cazzo me ne frega? è un bel figliolo, canta bene, basta!

Silvia gc said...

Spagnola residente in Svizzera... Quindi una che s'è data ai primi segnali di crisi imboscandosi i capitali.
Ma te lo scordi di affittare casa a una famiglia di evasori fiscali. Che schifo!! Magari il figlio paga anche la segretaria in nero e assume con finti contratti di collaborazione. Ripeto, che schifo certa gente in casa tua!!
Ah... E mo' chi glielo spiega a Osso de Prociutto che sta finendo in minoranza? Pora donna...

Anonymous said...

certo che ce n'è di gente ignorante in giro, eh??? come il padre di un mio amico che pensa che l'omosessualità dia una malattia. Ma andatemi a cagare sulle ortiche.
Secondo me l'osso di prosciutto la pensava esattamente come il padre del mio amico e vedendo lo scandaloso bacio di due uomini in foto e capendo tutto temeva che i tarli del sesso che negli anni si sono sviluppati in casa vostra potessero contagiare il suo pampìno (che si è fatto da se'... secndo me da sè si fa soltanto... AARGH! non lo posso dire!!!!).
Se vuoi ti aiuto pure io con una granata, passa qua per favore... :-**
Caterina F.

forsemisbaglio said...

sulla signora spagnola credo ci sia poco da commentare. una cafona isterica e punto. non vale un pidocchio della testa di mia figlia (che pure ne ospita volentieri!).
sulla questione del pubblico/privato invece credo ci sia una considerazione da fare.
se vivessimo in un mondo in cui siamo tutti uguali, allora avresti ragione tu.
poichè così non è e chi è discriminato è costretto a lottare per avere dei diritti, è chiaro che le ragioni che sono all'origine della discriminazione e che pretendono sacrosanto riconoscimento di parità diventano necessariamente pubbliche.
non ti sembra?
r

The Queen Father said...

In realtà credo che la situazione sia più sottile. Voglio dire, siamo più propensi a schierarci contro qualcuno a causa di aspetti della sua vita che non ci riguardano né ci condizionano (sessualità appunto... Ma ce ne sono altri, tipo la religione o la razza) piuttosto che a causa di azioni o comportamenti che direttamente condizionano il mondo in cui viviamo. Sputami in faccia perché sono uno stronzo, un maleducato, un egoista, un ladro, un assassino NON perché mi piacciono gli uomini o sono ebreo o cinese. Rendo?

divinaringhio said...

altroché se rendi....
Attendo con ansia le granate.....
E intanto intono nell'aere....

"Granada anvedi che stronza sta vecchiaaaaa ciamporniaaaaaaaaaaaaa..."

Claudia said...

I "certi comportamenti" sono la naturalita', anche se meta' della gente non ha ancora capito bene di che cosa si parla, ma la gente e' scema, si sa =)
Schierarsi contro fa sempre fare polemica, fa scalpore e tutti pensano che essere contrari a quello che da secoli e' diverso sia giustificato.
Discriminazione e' una parola sciocca, rende male anche nella pronuncia, con quelle consonanti cosi' vicine che mi si arrotola la lingua solo a pensarci!
Proviamo a discriminare chi ha gli occhi a mandorla allora: che senso ha?
.. ma e' un discorso vecchio quanto il mondo, certo che fa sempre un po' (un po' tanto, nevvero) incazzare, ma sai a pensare di ribaltare i ruoli e discriminare i discriminanti [oh, cielo! meno male che l'ho solo scritto, perche' se provassi a dirlo la lingua mi si incastrerebbe nelle adenoidi!] che goduria =D

Vive la France!

Fra said...

Viviamo in un mondo di imbecilli... ma proprio tanto imbecilli!! E cafoni.
Hanno ragione quelli che hanno commentato che forse l'osso di prosciutto pensa che l'omosessualità sia una malattia contagiosa... dato che penso che all'ignoranza non ci sia limite.

SaleQuBi said...

E' che purtroppo siamo ancora in una società ignorante vecchia e bigotta basata sull'apparenza, con gente che rimane disorientata se si allontana dalle 4 certezze del cazzo che ha (o meglio, che crede di avere)...
l'unica speranza che ci rimane è che si avveri davvero la profezia maya e faccia una bella scrematura ;)

dabogirl said...

che poi (oltre a unirmi al coro di "chestronza").. posso dire una cosa? se la casa mi piacesse e il prezzo fosse buono, machisssenefrega di chi ci abita o che ci fa. Io ho comprato casa la prima volta da una transessuale che ci portava i clienti scelti (...gli altri li portava in una delle altre due case che aveva comprato coi proventi del lavoro), e la seconda (ho scoperto dopo) da un cavaliere templare dedito all'accumulo di debiti ingenti che non ama comunicare a chi poi se li dovrebbe accollare (sì insomma un truffatore wannabe).
E' casa mia, non importa. Ho solo fatto spicchettare dei simboli "esoterici" applicati dal cavaliere sul soffitto di una camera.

e ho tolto le miriadi di specchietti applicati alle pareti della prima casa.

ma poi è casa mia.

The Queen Father said...

@Dabo, no vabbè, tu te li scegli però, confessa! (ancora rido per gli specchietti...).
xxx

dabogirl said...

tu immagina la prima volta che sono andata a vederla. Questa stava "rimascolinizzandosi", credo fosse malata, ma comunque non aveva più le protesi e non so perchè vestiva "da uomo" ma si vedeva che non lo sapeva fare, che aveva rimediato vestiti da chi sa dove (una maglia della juve, jeansacci, cappello da baseball)... e peccato che nel mobile (con cui aveva ricoperto metà di casa) spiccassero dei bellissimi sandali argentati con un tacco più alto del mio polpaccio.
E 'sto letto circondato di specchi, sia grandi che piccoli piccoli, a mosaico.

The Queen Father said...

Ma questa è la trama de 'Il Silenzio degli Innocenti'... No guarda, mi dovrai raccontare anche del Templare un giorno... Anzi, se mi mandi il numero di casa ti chiamo che me lo racconti a voce!
xxx

forsemisbaglio said...

@tqf
certo. rendi. e sono anche d'accordo, è vero quello che sostieni.
non mi riferivo all'episodio specifico, forse mi sono spiegata in modo confuso.
riferendomi alla chiusa del tuo post, in modo più generale quello che volevo sottolineare è che nel momento in cui si è costretti a rendere pubblico il proprio privato per sostenere una causa, è molto più facile che tutti gli stronzi si sentano in diritto di giudicare quel privato.
e con questo non intendo qualcosa tipo fare outing, intendo dare una dimensione pubblica e giustamente politica ad una situazione inerente il privato.
però non lo so mica se così mi sto spiegando meglio...
vabbè, porta pazienza!
r

The Queen Father said...

No no... Ho capito perfettamente! Rendere pubblica la sfera del privato per ovvie necessità politiche ( la conquista dei diritti...) è purtroppo una condizione inescapabile. Hai perfettamente ragione. Io mi riferivo più ad un determinato aspetto della natura umana. Sai, trovo molto curioso come ci si ritrovi definiti più dalla nostra sessualità che dal nostro profilo sociale. Al punto da farmi considerare la sessualità come componente principale del nostro profilo sociale, quindi ritorniamo sul fatto che la nostra vita pubblica è definita principalmente dal nostro privato. Anche quando non c'è outing da fare a fini politici.

Destinazioneestero said...

Bene, comincio a inserirvi nel mio blogroll delle famiglie expat!

Giorgia said...

Be anche secondo me non le piaceva il tavolino... e le foto in bianco e nero...però ste foto le voglio vedere anch'ioooo, chissa che bella casa avete...
Io vivo in un paese che si crede emancipato e invece addita tutto e tutti..spiegami perchè se una donna ha tanti flirt o ha abuto diversi uomini è troia e un uomo è figo/playboy/casanova. Io non sono gay ma ho giocato a calcetto e ho conosciuto questo enorme mondo sommerso (scusa la parola ma qua è così) e queste splendide, intelligenti ragazze che devono nascondersi e vergognarsi anche davanti alle loro famiglie per mantener un certo decoro (ma chi l'ha detto che il decoro è essere etero e amalgamarsi alla massa?).... vorrei anch0io un mondo migliore per me e i miei figli.

Robin said...

Sono rimasta ferma al primo capoverso: vi trasferite a Parigi?? Ahhh che meraviglia!!
Non ho vissuto in nessuna delle due, ma così a pelle Parigi batte Londra 6-0 ;)

Claudia said...

Ti adoro!!!

CherryBlossom said...

Coito ergo sum è bellissimo!
Per il resto spero che il giovane-imprenditore-che-si-è-fatto-da-solo non sia così bigotto come la mamma, altrimenti a Londra farà una vitaccia che nemmeno se l'immagina.