Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Blog Archive

Archivio Reale

Ore 08.30.

Mi trovo seduto sul treno Eurostar con direzione Parigi. Fuori c'è un sole splendido ed il caffè di fronte a me dondola e ammicca nella tazzina.
Sono sfranto dal sonno, giusto ieri sera G ha deciso di avere gli incubi e di svegliare tutti ogni 15 minuti. Poi la sveglia alle 6.00 del mattino è stata una mazzata sugli stinchi.
Comunque eccoci qui, il nano con i nonni a Londra e io col maritozzo a fare un giro di ricognizione nella nostra nuova città.
Oggi ci danno l'appartamento temporaneo, quello in cui staremo finché la casa di Londra sará affittata e noi potremo cercare un appartamento definitivo di 12.000 metri quadrati con piscina, campo di fave, mulino a vento e canile.
Dal momento che gli animali non sono ammessi nell'appartamento provvisorio, ieri ho finalizzato la pensione per i miei due gatti, Rocco e Lily, che dovranno rimanere a Londra finché la nostra sistemazione Parigina diventi definitiva, quindi si faranno un paio di mesi in quello che è l'equivalente del Four Seasons per felini.
Mortacci loro. Alla fine del trasloco pure i gatti arriveranno a Parigi totalmente rilassati e io saró una montagnola di sterco in ciavatte.
Mi guardo intorno nel vagone di prima classe ( perché da vera regina io cosí viaggio, o in prima o mi portate a spalla...).
Alla mia destra ci sono due tipi business in completo grigio, col laptop aperto ed il telefonino che squilla fino a perdere la voce, ma stanno giocando a Tetris.
Il vero spettacolo è di fronte a me.