Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale



Ma si può vivere cosí?
Sono arrivato al punto di essere terrorizzato dalle cose che ho ordinato per la casa e che devono arrivare....
C'é sempre, e dico SEMPRE, qualche magagna e fino ad ora non c'é stata una consegna che non sia stata seguita da una telefonata (mia) di smadonno col negoziante.
Chiedi bianco, ti mandano beige ("eh ma per la nostra boutique quello È bianco...", cioè, universi paralleli. Uno in ogni bettola che trovi qui a Parigi...), chiedi beige e ti mandano marrone.
Con chiunque io mi lamenti di questo status di cose, la risposta é la stessa "Benvenuto a Parigi!" sorriso ironico ed alzata di spalle.
Benvenuto un cazzo.
Ultimo esempio.
Lampada da pavimento, legno intarsiato color verdigris, paralume in lino grezzo naturale, un gran bel pezzo.
Almeno lo era in negozio.
Oggi pomeriggio il tipo delle consegne ( probabilmente un altro scaricatore di porto sulla sessantina, con la sigaretta saldata all'angolo della bocca e le ascelle al kerosene...) mi molla 'sto pacco sulla soglia di casa grugnendo un "Bonsoir.." che è più un vaffanculo che un buonasera e mia madre, che aveva aperto alla porta, lo accetta senza far domande.
"MAMMA! Dov'é andato il corriere?"
"Boh... A casa sua penso..."
"No, intendo, lo hai mandato via cosí?"
"Perché? Volevi invitarlo a cena? Guarda che non era niente di che, sembrava uno di Ronciglione..."
"Mamma, che cristo dici... Non hai controllato la merce prima di mandarlo via?"
"Perché? É imballata!"
"Ommadonna...."