Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Search

Loading...

Blog Archive

Archivio Reale



 Tutto procede per il meglio qui in casa Queen Father.
Il mio infartuato consorte è stato rimpatriato domenica con tanto di scorta medica (mi aspettavo Dr Gransorco de Dio, invece è un signore di una certa età, ma tanto bellino... Sapete, il tipo sempre abbronzato, col dente bianco-laser, l'occhio sbrilluccicante e l'odore di Aqua Velva... La pomiciata non c'è scappata giusto perché non avevo voglia di ciucciarmi la dentiera, ma se la sarebbe meritata, davvero).
È entrato in casa dietro a Maritone, io avevo già tutta la famiglia su Skype e, notando il viso di mia cognata sullo schermo le fa "Non si preoccupi, suo marito è sano e salvo!"
Ma che te piasse un colpo.
"In realtà è MIO marito..." dico io trattenendo le lacrime di emozione. No dico, ci siamo pure baciati, non è che quando entra in casa riceve questo tipo di benvenuto da qualunque maschio in età fertile presente eh... Gretino.
"Oh... È stato molto fortunato, ma lo abbiamo rimesso a nuovo..." risponde lui sorridendo.
"Adesso assicuratevi di prendervi cura di lui... Ha avuto un brutto colpo."
Quindi siamo qui, come reduci di un naufragio.
Ci sediamo sul divano, non più ognuno sul suo, ma vicini. Appiccicati.
Non parliamo molto di quel che è successo, ma non riusciamo a guardarci in faccia senza commuoverci, e non riusciamo ad abbracciarci stretti, senza che il Tappo si avvinghi anche lui ad una gamba o ad un braccio.
Lui che non ha ben capito cosa sia successo, ma che sa che daddy non può rincorrerlo per casa, né prenderlo in braccio per ora.