Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Blog Archive

Archivio Reale

Oddio, da dove comincio?
Allora, lasciando da parte le famose elezioni ed il loro esito a dir poco risibile (e non vi offendete, ma l'Italia sarà pure bella, avrà pure un bel clima e del buon cibo, ma è un circo ed ora lo sanno davvero tutti...) vi racconto la mia giornata di ieri.
Mi auguro voi siate a stomaco vuoto, altrimenti lo sarete tra breve.
Ieri mattina mi alzo come al solito con i calci in faccia di mio figlio che, sebbene ormai dorma nel suo letto, trova sempre il modo di materializzarsi nel mio al mattino.
"Ok, ok... Mi alzo! Cavolo sei in vacanza e mi tiri giú alle sette...."
Parcheggio il Tappo, Dumbo e Monkey (i suoi amichetti della nanna) sul divano e mi dirigo verso la cucina per preparare la colazione (solo per lui, io purtroppo son quattro giorni che ho una gastrite che le si può dar del lei... Non riesco a mangiar nulla.)
Passando davanti al bagno degli ospiti avverto un certo odorino di latrina di Stazione Termini in agosto e mi si gela il sangue.
"Che cacchio è successo adesso..."

Apro la porta e, con caduta della mascella a terra, noto che il lavandino è pieno fino all'orlo di quel che sembra un caffè espresso molto forte.
Con tanto di chicchi di caffè a galla.
"OH     MIO        DIO!"
Il lavandino ribolle, io sono terrorizzato all'idea che il liquido possa traboccare e finire sul pavimento. Chiamo la portiera di corsa
"Madame, correte! C'è un'emergenza sanitaria! Presto!" con un'urgenza nel tono che avrebbe messo fretta ad un bradipo.
Lei invece, senza scomporsi "Uh... Che succede?"
"Può salire per favore? È meglio se vede coi suoi occhi... Nel bagno...."
"Beh? Che succede?"
"IL MIO LAVANDINO È PIENO DI MERDA! ADESSO SALE O NO?"
Per un momento ho avuto paura che mi chiedesse per quale motivo avessi deciso di liberarmi l'intestino nel lavandino, si sa, quassù le mie tragedie sono la loro barzelletta.
Comunque la tipa si presenta alla porta con uno sturalavandini.
"Quello non credo serva... Venga venga..."
Faccio in tempo ad aprire la porta del bagno ed a mostrarle il lavandino, quando qualcuno al piano di sopra decide di tirare l'acqua nel suo water.
Udiamo un sinistro gorgogliare ed un ribollire sommesso, lontano.
Poi dal mio lavandino un getto di merda liquefatta schizza per aria, come una fontana, imbrattando il muro, il pavimento, i sanitari.
Entrambe noi strilliamo, lei come una donna, io come Maria Callas.
"MA QUESTA È UN'EMERGENZA!!!! PRESTO! CHIAMIAMO QUALCUNO!" mi fa la portiera
"MADDAI! Magari potrebbe iniziare con l'andare di sopra a chiedere ai signori di non usare il bagnetto piccolo per un po'... Giusto per evitare di costringermi a mettere gli stivali di gomma."
Mentre facevo questa considerazione, qualcun altro decide di tirare la catena, è inevitabile, sono appena le sette e mezza del mattino, la gente è in bagno dopo un bel caffè, preparandosi per andare in ufficio.
Adesso cerco di arginare la marea con degli asciugamani (di Hermès, porcaccia di quella troia), perché il pavimento del bagno è letteralmente cosparso di feci e pezzi di carta igienica.
Rosa.
Molto carina.
A parte l'odore che ho tutt'ora sotto il naso, ma l'immagine della fontana marrone rimarrà nel mio immaginario per sempre.
Il Tappo era confinato sul divano nel salotto, fortunatamente abbastanza lontano dalla zona disastrata.
Quando siamo riusciti ad avvertire tutti del piccolo disagio che stava succedendo a casa mia, i liquami stavano già passando sotto la porta del bagno fino al corridoio.
Per le nove, io ero piegato in due dalla gastrite nervosa, la merda aveva smesso di arrivare e la portiera era riapparsa con due tizi in tuta bianca da astronauta.
Li chiamo gli Stronz Busters.
Nell'arco di due ore i tipi hanno sbloccato il discendente principale (era bloccato al piano di sotto e si era riempito, per poi sfociare nel mio lavandino che è direttamente collegato, alla francese, mortacci loro), hanno ripulito tutto e disinfettato con roba chimica che odora di eucalipto e vapore a getto alla stessa temperatura del sole.
Adesso è come se non fosse mai successo nulla, a parte un forte odore di eucalipto che in qualche modo preferisco alla fragranza precedente.
Domani intanto vado a comprare quattro asciugamani nuovi e me li faccio rimborsare (anche se non avranno il valore affettivo di quelli che ci erano stati regalati per il matrimonio...), è già qualcosa.
Piccola curiosità, gli Stronz Busters mi hanno lasciato un orecchino, trovato durante la pulizia. Molto bellino, un pendente di swarowsky color champagne. Senza dubbio la bigiotteria di qualche signora del piano di sopra.
Forse quella che usa la carta igienica rosa.
La cosa risibile è che stavo pensando di fare un piccolo party per alcuni dei coinquilini nel palazzo (non tutti, dal momento che la tizia di sotto mi odia) e si sa, a volte durante un party, qualcuno decide di usare il tuo bagno degli ospiti. In questo caso, hanno tutti cagato nel mio bagno ancor prima di esser stati invitati.
Ewwiwa.
Poi dice che siamo noi italiani che abbiamo la faccia come il culo.
Questa storia non ha morale, né insegnamenti nascosti, a parte uno: quando ti trovi con la merda alle caviglie, è sempre meglio che sia la tua.

Fidatevi.


TQF xx

P.S.
Ovvio, l'orecchino è finito sul tappetino della signora del piano di sopra.

P.S.2
Perdonate la lunga pausa qui sul blog, ma mi troverete con un appuntamento radiofonico su Radiocittà Fujiko sabato 2 marzo alle 12.00, poi un doppio articolo su Vanity ed un'apparizione su un altro website figherrimo che non vi anticipo sennò rovino la sorpresa. Insomma, merda a parte, mi son dato da fare. Baci.
Regina Latrina.



28 comments:

Viola said...

merda!

Fra said...

Regina Latrina... :D!!
Ecco questo schifo non mi è mai capitato, ma una volta un tizio ha fatto la cacca nel lavandino (non di casa mia, ma di un posto in cui lavoravo)...

Siso said...

Puagh!!!Mi viene da vomitare solo a immaginare la scenetta...

Siso said...

Comunque io l'orecchino lo avrei tenuto,visto il disagio!! :-)

Sheireen said...

Mamma miiiiiiia! Fortuna che il tappo è rimasto buono buono (a quanto pare), altrimenti gestire anche lui in quel caos sarebbe stato da tagliarsi le vene! u.u'

fragolarossa lacuoca said...

A me è successo una cosa simile...io lavavo le cozze in cucina e l'acqua di risciacquo ( non proprio due gocce di Chanel n. 5) usciva dallo scarico sul pavimento del bagno. Calcola che me ne sono accorta dopo aver lavato 4 chili di cozze.... Con la pendenza sul pavimento ( manco abitassi alla torre di Pisa )l'acqua è arrivata all'ingresso e poi sul pianerottolo...Tutto il palazzo ha saputo che stavamo facendo un'ottima impepata di cozze. Comunque hai vinto tu.

Robin said...

Oh che disastro!! A casa dei miei genitori è successa una cosa simile, solo che si era riempito il piatto della doccia oltre che il lavandino O_o Confermo che si tratta di un'esperienza che si evita volentieri!
Meno male che gli Stronz Busters sono molto più rapidi dell'Espurgo locale ;)

la mamma di zanna bianca e piedi neri said...

Stronz buster...in italia avremmo dovuto pulire da soli prima che l'idraulico si sognasse di entrare...comunque in effetti la fame mi ha lasciato...lo terrò da rileggere nei periodi di fame nervosa!!

La casa sulla scogliera said...

Un vero disastro... io avrei dato in escandescenze mooolto prima di te! E fortuna che il pargolo era almeno al riparo dal Gange! Sì, bravo fatteli rimborsare, gli asciugamani, in fondo, la colpa è dei ... cagoni del piano di sopra, no?
E da' un grande bacio a Parigi da parte mia.. ci ho lasciato un pezzo di curore ed un lontanissimo fidanztino!
Baci
Elli

Fenice said...

Non sei solo caro Queen, non sei solo.
E' successa una cosa analoga a me due giorni fa. Solo, erano le nove di sera e marito era appena rientrato dal lavoro.
Mi ha trovato con lo sturalavandini in mano. Prima si era allagato il lavandino del bagno, poi quello della cucina (sono collegati). La tragedia ha avuto un esito meno disastroso del previsto solo grazie a mio padre, improvvisatosi Stronz Buster o meglio Sturatubi, suo malgrado. Ha avuto la geniale idea di attaccare il compressore d'aria a 10 atmosfere e spararlo nelle tubature d'acqua che collegavano lavastoviglie, lavandino e lavabo. Ne è uscito un tocco di calcare (benedetto acquedotto romano) misto a detersivo non sciolto ed altre amenità.
Io ho finito di ripulire tutto che erano quasi le due.
Volevo morì.
Un bacio e contentissima delle tue nuove apparizioni. Nun ce lascià troppo soli, però!
Baci,
Saretta

Ale [Tredici] said...

AHAHAHAHAHAHAH fantastico!
E ti faccio presente che ho appena mangiato e sono riuscito a trattenere i conati :)

Old man said...

Però ad inizio post dovresti scrivere: attenzione, da leggere rigorosamente a stomaco vuoto

Francesca said...

No vabbeh io stavo mangiando spaghetti di riso...non posso però certo dire che non ci avevi avvisati ;-)
Comunque, scusami tanto davvero ma io ho riso fino alle lacrime, tu hai un sense of humour pazzesco e vorrei un tuo post ogni giorno, cosa vuoi che ti dica. La scena della fontana di merda è stata epica, così come quella di te che tiri madonne mentre pulisci con asciugamani di Hermes (sob). Sei il top, ragazzo!!!!!!!

Chiara said...

Ah ma quindi anche i parigini fanno quella cosa lì? Ohlàlà!

Livia said...

E sei ancora vivo per parlarcene? Ti ammiro :)

francesca rossi said...

uahauhauhahahhuahah... sto morendo!! :-D

Wannabe Figa said...

http://wannabefiga.blogspot.it/2013/03/eccomi-qua-che-partecipo-per-la-gioia.html

a tempo perso....

Rabb-it said...

E che ieri era giovedì mica mer...coledì!
Dopo questa infima battuta vado a nascondermi.
Torno poi.
^_^

Rossella said...

Ti consola l'idea del nonno di 93 anni a cui mettere il pannolone perchè s'è beccato il virus? No? Manco a me...Ti sono vicina eniuei...
Baci :)

El_Gae said...

Quando abitavamo in condominio capitava spesso ai vicini. Fortunatamente l'acqua trovava sfogo nel loro lavandino risparmiando noi. Però se lo meritavano, facevano un casino terrificante a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Manuela said...

Ahahaha fantastico!!!! Mi vien da ridere ma immagino il disagio OMG

http://pensierinviaggioo.blogspot.it

Daniela... said...

Io immagino una scena stile Grande Fratello (quello orwelliano!) in cui una voce asettica si diffonde nei vari appartamenti dicendo "Attenzione siete pregati di evitare qualsiasi funzione corporale fino a nuovo ordine" Muoro!!!!

topomaga said...

Ahahahahahah è proprio il caso di dire: che giornata di merda! Comunque sei veramente una Regina, io non avrei mai usato gli asciugamani di Hermes per tamponare la cacca >__<'

Zenobia said...

Che ridereeee!! capitano tutte a te!! ha ha ha
Mi piacerebbe averti sentito urlare come maria callas!! ha ha haaaa

Giuana said...

L'ho letto mangiando uno yogurt.

Bimbo cercasi said...

Uh mamma mia...che schifoooooooooo!!!!!!!!!!!

divinaringhio said...

Cioè....proprio un fontanone di merda nel tuo bagno? con tanto di putrescenti puttini alati svolazzanti e pure rosa???

Di tutto il pulp che potevi narrare questo le supera tutte...

Però sti francesi stronzi....ammazza che impianti fognari che c'hanno...Come si fa a trovarsi merda nel lavandino?.....

Che barbari incivili.

Comunque arrivata agli stronz busters sono caduta dalla sedia...

Baci

Cappuccino e Baguette said...

A me è successo a Roma. Nel giorno di recupero a casa dopo una giornata di 20 ore no-stop. Con la differenza che avevo 2 bagni e che usciva da ogni scarico (doccia, bidet, lavandino, wc...). Dopo aver passato la giornata a pulire (è facile immaginare cosa)il giorno dopo mi sono presa pure 40 di febbre. Sono cose che, se sopravvivi, ti segnano a vita...Solidarietà.