Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Blog Archive

Archivio Reale


C'era una volta una scuola.

Una scuola come ce ne sono tante, una di quelle con le figurine di carta, ritagliate ed attaccate ai vetri delle finestre, con il cortile impiastricciato di disegni fatti con gessi colorati, con i tricicli lasciati all'ombra dei vecchi alberi, pronti per la ricreazione.
Una scuola con un giardinetto curato e pieno di fiori e con un grande cancello che si apre solo la mattina ed il pomeriggio, ed il suo guardiano, un omino piccolo così, che dice buongiorno a tutti e conosce i nomi di tutti i bambini che entrano.
Una scuola piena di storie e di voci.
Un bel giorno in questa scuola arrivò un bambino. Un bambino come gli altri, né più alto, né più basso, né più rumoroso degli altri. Negli occhi aveva la stessa luce, la stessa speranza, lo stesso timore e le stesse insicurezze di iniziare una scuola nuova.
C'era una differenza però.
Mentre tutti gli altri bambini portavano a scuola una copertina rossa, lui ne aveva una verde.
Dovete sapere che tutti i bambini portavano a scuola una copertina. In realtà, portavano una copertina dovunque andassero: a scuola, in biblioteca, al parco, a casa dell'amichetto del cuore ed in vacanza.
Ed era rossa.
Non gialla, non blu.
Rossa.
Certo, non tutte le copertine erano uguali: alcune erano più piccole di altre, alcune erano vecchie, sdrucite, sporche. Altre erano bucate, rammendate e scolorite.
Ma erano tutte rosse.