Seguimi Via Mail!

Sotto alla Corona

My photo
Se avete voglia di parlare o se sentite che qualcosa che scrivo vi tocca da vicino, non siate timidi e mandatemi due righe... Scrivete a thequeenfather@me.com Mi fa sempre piacere!

Blog Archive

Archivio Reale



Perdonate il titolo ed il tono, ma oggi mi rode il culo.

Mi rode e me lo gratterei volentieri con la faccia di tutti gli oppositori alla legge anti-omofobia. Un altro ragazzo è morto. Un quattordicenne. "Mi uccido perché sono gay e nessuno capisce il mio dramma..." o giù di lí. Il contenuto delle due lettere (una cartacea ed una su un pen drive) lasciate alla famiglia resta avvolto nel riserbo.
E meno male.
Rimane comunque il fatto che qualcuno, con tutta la vita davanti, ha deciso di farla finita perché gay.
Che faccio? Strumentalizzo questa nuova tragedia per fare un po' di lobby?
No.
Però ne devo parlare, ancora. E se volete chiamarla lobby, cazzi vostri. Mi basta che leggiate, che diffondiate, che ne parliate. Mi basta che vi guardiate intorno, soffermandovi su quel ragazzino effeminato, o solo più delicato degli altri maschietti del quartiere. Sí, quello di cui tutti sanno qualcosa nel palazzo. Mi basta che ci parliate, che gli apriate un po' il cuore, perché sentirsi soli e disperati a 14 anni non è solo un grande spreco di vita. È una vergogna per tutti noi.
Porca troia aprite gli occhi!
Poteva essere uno dei nostri figli e si chiamava Roberto.